Snowboard d’argento

Dodicesimo giorno di gare: alla medaglia nello snowboard cross uomini si aggiungono la vittoria degli hockeisti e il debutto olimpico di Vanessa Mae ai Giochi invernali di Sochi

Nikolai Olyunin ha portato a casa la prima medaglia per la Russia nello snowboard cross uomini (Foto: Reuters)

Viktoria Kolesnichenko, Russia Oggi

La dodicesima giornata di gare ha regalato alla squadra russa la medaglia d’argento nello snowboard cross uomini. La medaglia di Nikolai Olyunin è la prima che la Russia conquista in questa disciplina. Trionfo anche per la squadra maschile russa di hockey, che si è così assicurata l’accesso ai quarti di finale.

Hockey

Nella giornata di martedì 18 febbraio, gli hockeisti russi si sono guadagnati la possibilità di accedere ai quarti di finale del torneo di hockey dei Giochi olimpici. Al termine della fase a gironi la squadra russa non era riuscita a qualificarsi per il passaggio automatico alla fase successiva dei play-off. Per questo motivo, per poter entrare nelle prime otto posizioni, il team russo è dovuto scendere ancora una volta sul ghiaccio per affrontare la Nazionale norvegese.

Il match tra Russia e Norvegia si è svolto presso il palazzetto del ghiaccio "Bolshoj". Accompagnati dal tifo dei tifosi, gli hockeisti russi hanno conquistato la vittoria con il punteggio finale di 4 a 0. 

Grande protagonista dell’incontro è stato l’attaccante del Cska Mosca Aleksandr Radulov, autore di due reti. Seguono Ilya Kovalchuk e Alexei Tereshchenko, autori di un gol ciascuno.

Ora, ai quarti di finale, la Russia dovrà affrontare la Finlandia. La squadra vincitrice si scontrerà poi, in semifinale, o contro la Slovenia o contro la Svezia, a seconda di chi passa il turno.

Ecco come ha commentato l’esito della partita l’attaccante russo Ilya Kovalchuk: "Penso che la squadra non abbia lasciato molto spazio di gioco ai norvegesi. E questo è un buon segno. Ora abbiamo meno di 24 ore per prepararci alla prossima partita. La Finlandia è una squadra forte. Ha un ottimo portiere e il nostro compito sarà trovare i suoi punti deboli se vogliamo andare avanti con la gara. Penso che la squadra russa migliori di partita in partita. Persino nella partita contro la Slovacchia, abbiamo creato un sacco di occasioni da gol e abbiamo fatto una bella figura”.

Nel frattempo, la squadra femminile russa di hockey su ghiaccio ha lasciato il torneo olimpico. La partita per il quinto posto, contro la squadra finlandese, si è conclusa con una sconfitta per le hockeiste russe. Già alla fine del primo tempo le attaccanti finlandesi erano riuscite a segnare due reti nella porta delle padrone di casa. Inutili i tentativi della squadra russa di ribaltare il risultato. Il match si è concluso con il punteggio finale di 4 a 0 a favore della Finlandia.

Snowboard cross

Nikolai Olyunin ha regalato alla Russia la prima medaglia olimpica nello snowboard maschile. Il ventiduenne atleta siberiano si è aggiudicato la medaglia d'argento nella finale di snowboard cross. Nikolai Olyunin aveva dominato tutte e tre le fasi precedenti la gara. “Forse potrò sembrare presuntuoso, ma dopo le prime due gare ho sentito che ce l’avrei potuta fare e ho creduto in me stesso”, ha dichiarato l’atleta in un’intervista al portale championat.com .

Tutti i retroscena di Sochi
nel blog di una volontaria
alle Olimpiadi

Ricordiamo che le gare di qualificazione di questa disciplina, previste inizialmente per la giornata di lunedì 17 febbraio, erano state annullate a causa delle cattive condizioni atmosferiche. La competizione è ripartita poi subito, nella giornata di ieri, con gli ottavi di finale.

La vittoria nella finale di snowboard cross è andata all’atleta francese Pierre Vaultier; terzo posto invece per l’americano Aleksandr Deibold.

Short-track

Nella giornata di ieri occhi puntati anche sulla staffetta 3.000 m femminile di short-track. Il quartetto russo composto da Olga Belyakova, Tatiana Borodulina, Sofia Prosvirnova e Valeria Reznik è arrivato al quarto con il tempo complessivo di 4:14.862. Le atlete russe non sono riuscite a salire sul podio per una misera manciata di secondi.

"Per la nostra squadra, il quarto posto ai Giochi olimpici è un grande passo avanti. Per il momento questo è il nostro posto. Ai Campionati del Mondo cercheremo di cambiarlo e di scalare la classifica", ha commentato Tatiana Borodulina.

La medaglia d’oro nello short-track è andata alle rappresentanti della Corea del Sud. Dietro di loro, in seconda posizione, le atlete canadesi, vincitrici dell'argento. La medaglia di bronzo è stata assegnata, invece, alle italiane che hanno tagliato il traguardo con il risultato di 4:14.014. Squalificata la squadra cinese.

Slalom gigante

La giornata di ieri ha visto gareggiare anche la violinista di fama mondiale Vanessa Mae nella sfida dello slalom gigante. Alle Olimpiadi di Sochi, l’atleta trentacinquenne rappresenta la Nazionale tailandese.

Al termine della prima manche, Vanessa Mae ha occupato l'ultima posizione della classifica generale. Nella seconda manche, l’atleta tailandese è riuscita a scalare un paio di posizioni, finendo la gara 67esima.

L’atleta ha dichiarato che lo scopo principale della sua partecipazione alle Olimpiadi è trascorrere un momento piacevole, migliorare le sue capacità atletiche e dedicarsi a iniziative benefiche in difesa degli animali.

“Sapevo che, al termine della prima manche, avrei occupato l’ultima posizione. Per me, tuttavia, le Olimpiadi non sono che un’ottima opportunità per mettere alla prova se stessi”, ha dichiarato Vanessa Mae al termine della prima manche di sci alpino.

A gara conclusa, l’oro nello slalom gigante è andato alla sciatrice slovena Tina Maze, l’argento all’austriaca Anna Fenninger e il bronzo alla tedesca Viktoria Rebensburg.

Altre notizie su Sochi